Marrakech: l’occhio della coda del pavone

Marrakech è una città magica, dove sono capitata per caso alcuni anni fa e dalla quale non posso più mancare.

Marrakech è costruita sulle emozioni, uno di quei posti dove basta sedersi ad un angolo di strada e godere dello spettacolo che la sua umanità porta in scena per gli spettatori più attenti.

L’anima tradizionale di Marrakech risiede ancora nella Medina, il centro storico animato dalla gioiosa e colorata confusione dei vicoli mercantili, per fuggire dal quale è sufficiente varcare la soglia di uno dei tanti Riad.

Queste antiche abitazioni a pianta quadrata dispongono di uno o più giardini nei quali non manca una fontana la cui acqua è l’unico suono che si propaga all’interno dell’edificio insieme al profumo delle rose.

Marrakech è anche l’Hammam, il vero originale Hammam berbero che non è esattamente come lo conosciamo noi occidentali, ma un rito purificatorio, oltre che di benessere e un luogo di aggregazione sociale da frequentare prima delle pratiche religiose, un modo per noi, per capire ed apprezzare questo pezzo di mondo.

Se l’Africa è un pavone, il Marocco ne è la coda e Marrakech é il suo occhio.

Vuoi scoprire Marrakech e l’Africa? Contattami.

I colori di Marrakech

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.